Scuola/MIUR, Fondazione Telecom, Aid premiano 50 progetti pro dislessia

Virgilio Notizie del 12-03-2012

Scuola/MIUR, Fondazione Telecom, Aid premiano 50 progetti contro dislessia 

Ricevuti oltre 950 progetti; finanziamento di 125mila euro

ROMA. Ministero dell’Istruzione, Fondazione Telecom Italia e Aid (Associazione Italiana Dislessia) premiano 50 progetti di scuole italiane per combattere la dislessia. I progetti sono stati selezionati attraverso un bando lanciato nel 2011 nell’ambito del progetto “A scuola di dislessia”. Il finanziamento complessivo per questo bando, messo a disposizione da Fondazione Telecom Italia, è di 125.000 euro.

Il bando, finalizzato a selezionare progetti per l’inclusione scolastica di studenti con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) ha registrato una grande partecipazione. La risonanza ottenuta dall’iniziativa – che rientra nel più ampio progetto “A scuola di dislessia” di MIUR, Fondazione e AID – testimonia la sensibilità e l’attenzione per un problema che interessa molti ragazzi, le famiglie, gli insegnanti e la scuola in genere.

I progetti ricevuti sono stati 953, di cui 50 selezionati per il finanziamento; oltre 1.000 le istituzioni scolastiche che hanno risposto, singolarmente o associandosi in rete, per un totale oltre 7.000 classi della scuola secondaria di I e II grado e un coinvolgimento complessivo di 14.000 studenti con DSA su un campione totale di oltre 562.000 alunni.

Qui potete vedere i progetti che sono stati scelti (hanno partecipato e si sono classificati DUE LICEI CLASSICI: Cremona e Genova. Peccato che Parma non abbia partecipato!)

Questa iniziativa fa parte dell’accordo tra MIUR, Fondazione Telecom Italia e Associazione Italiana Dislessia finalizzato ad affrontare su più fronti, in modo efficace e risolutivo, un problema come la dislessia, una forma di disagio che spesso viene sottovalutata, ma che può influire negativamente sulla crescita dei giovani e su una loro completa integrazione nella scuola e nella società. In Italia si stima interessi circa 350.000 studenti fra i 6 e i 19 anni, pari al 4-5% della popolazione scolastica (mediamente uno studente ogni classe di 20 alunni) ed è causa frequente di abbandono scolastico e di correlati problemi di autostima e di motivazione all’apprendimento.

L’accordo tra MIUR, Fondazione Telecom Italia e AID nasce da un precedente programma di interventi già avviato da Fondazione Telecom Italia – con un investimento di 1,5 milioni di euro – e dall’Associazione Italiana Dislessia, articolato in 4 progetti operativi: “Non è mai troppo presto” per il riconoscimento precoce dei DSA: la ricerca scientifica conferma che una diagnosi tempestiva è determinante per il recupero di questi disturbi; “A scuola di dislessia” oltre al bando premiato oggi prevede un percorso di formazione specifica degli insegnanti; “Campus informatici” per formare i ragazzi dislessici all’uso degli strumenti informatici utili per lo studio e l’apprendimento, attraverso un’esperienza residenziale di gruppo; “Libro AID” per fornire ad ogni alunno dislessico in età scolare libri scolastici in formato digitale e facilmente accessibile.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in concorsi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...