Come affrontare la dislessia

dalla Gazzetta di Parma 04/05/2010

Come affrontare la dislessia

di Gian Carlo Zanacca

I problemi della dislessia e i rapporti dell’apprendimento sono stati al centro dell’ultimo incontro della «Scuola Genitori», svoltosi nel teatro della scuola primaria Giuseppe Verdi.
Li ha approfonditi Rossana Gabrieli, docente e formatrice dell’Associazione italiana dislessia. Durante un appuntamento rivelatosi alquanto interessante ha parlato dei disturbi del linguaggio e ha illustrato come affrontare un problema che non deve essere sottovalutato: anche con strumenti e mezzi innovativi, come l’utilizzo dell’informatica. E di questo argomento ha parlato il docente Nicola Fasciano.
Sulla dislessia si era già impegnata l’Amministrazione comunale, che lo scorso anno aveva promosso un convegno svoltosi alla Corte di Giarola,  in collaborazione con l’Istituto comprensivo Ettore Guatelli.
Come ha sottolineato l’assessore all’istruzione Giovanni Brunazzi «la dislessia non rappresenta un ritardo cognitivo ma una modalità differente di apprendere e rielaborare i concetti, una caratteristica che è stata di Einstein, Galileo,Churchill, Kennedy e Newton».
I dislessici hanno necessità di utilizzare metodi alternativi, in realtà già disponibili, a quelli didattici tradizionali,  in modo da valorizzare le loro capacità intellettuali, sia a scuola sia nella vita.
«Ancora oggi – aggiunge Brunazzi – nonostante le conoscenze acquisite in merito, resistono preconcetti e rigidità di approccio, purtroppo anche tra gli stessi addetti ai lavori»,
Per questo troppo spesso «le famiglie si trovano ad affrontare un percorso tortuoso, quando non hanno la fortuna di incontrare insegnanti ed operatori disponibili ed appositamente formati per affrontare le esigenze degli alunni dislessici, integrandole con quelle delle classi in cui si trovano inseriti».
Non è stato un caso quindi se l’incontro conclusivo della «Scuola Genitori» è stato incentrato,  come ha concluso Brunazzi, «su una questione così delicata e complessa, sulla scia dei progetti già avviati dall’Istituto comprensivo,  in collaborazione con l’Amministrazione,   per la formazione dei docenti in grado di riconoscere gli alunni dislessici e di prevedere le misure adeguate per garantirne il successo scolastico».
Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in articoli Gazzetta o media. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...